Claudia Mannino

By 12 febbraio 2018Senza categoria
lista insieme

Claudia Mannino Lista Insieme

DEP. ARCH. CLAUDIA MANNINO

Nasce a Carini (PA) il 26 agosto 1978 e risiede a Capaci (PA) dal 2006.

Maturità̀ scientifica conseguita presso il liceo Ugo Mursia di Carini (PA) nel 1997 con valutazione 45/60.

Laurea in Architettura V.O., marzo 2005, tesi di Laurea “Architettura del vino/Architettura della cava” (tesi sperimentale) – Relatore Prof. Arch. M. Panzanella; Co-relatore Prof. Arch. G. Marzullo. Valutazione 110/110 e lode. Abilitazione alla professione di Architetto a Febbraio 2006. Non si iscrive ad alcun ordine professionale.

Giugno 2007/luglio 2008 consegue il master di II livello in Gestione dell’Innovazione nelle PMI presso la facoltà̀ di Economia e Commercio di Palermo con stage finale (bimestrale) presso la Guzzini s.p.a. di Ancona dove ha sviluppato il “Miglior Modello di Business per un’azienda che vuole entrare nel mercato dei complementi d’arredo in plastica”.

Settembre 2000/maggio 2001 collabora con lo studio Gregotti Associati, sede di Palermo presso lo studio Cangemi, per la realizzazione di uno studio di Fattibilità̀ per il recupero della Ex Chimica Arenella di Palermo.

Settembre 2005/marzo 2006 è Cultore della Materia presso la Facoltà̀ di Architettura di Palermo per il corso di Progettazione Architettonica III del Prof. Arch. G. Marzullo.

Attività̀ politica

Nel 2010 si avvicini al gruppo palermitano del Movimento 5 Stelle di Palermo con cui si candida, senza essere eletta, alle elezioni amministrative del 6-7 maggio 2012.

Viene eletta alla Camera dei deputati a febbraio 2013.

Dal 21 marzo 2013 è segretario dell’ufficio di presidenza della Camera dei deputati e dal 17 luglio 2013 fa parte del “Comitato per la comunicazione e l’informazione esterna” su indicazione della Presidente della Camera dei Deputati.

Fino al maggio del 2017 è stata commissario dell’VIII Commissione (Ambiente, territorio e lavori pubblici), da maggio 2017 è commissario della XIV commissione (Politiche dell’Unione Europea) e dal 15 novembre 2016 è commissario della Commissione parlamentare monocamerale di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie.

Oltre alla corposa attività di sindacato ispettivo ed all’attività di monitoraggio e controllo su delicate questioni che riguardano la Regione Siciliana (gestione e procedimenti autorizzativi della discarica di Bellolampo a Palermo, puntuale monitoraggio della Gestione dei rifiuti in Sicilia e del relativo Piano Regionale, monitoraggio e denunce alla corte dei conti ed alle procure sulla procedura di infrazione sulle discariche abusive e le relative sanzioni, situazione di degrado o abbandono delle infrastrutture regionali come viadotti e ferrovie, monitoraggio sull’applicazione dell’art. 3 comma 4-bis del DPR 380/2001), tra le principali attività parlamentari si evidenziano:

  • L’introduzione dei commi 4-bis, 4-ter e 4-quater nell’art. 31 del DPR 380/2001, approvati con un emendamento allo Sblocca Italia, che prevedono: le sanzioni pecuniarie per chi non esegue le ordinanze di demolizione per immobili realizzate in assenza di autorizzazione, i procedimenti disciplinari per la mancata emissione delle sanzioni e la destinazione d’uso degli introiti
  • Approvazione di un emendamento soppressivo, all’interno del provvedimento 1000 proroghe del 2014, che ha interrotto la pluriennale gestione commissariale dei rifiuti in Sicilia ed il relativo commissario straordinario
  • Approvazione di diversi emendamenti all’interno della riforma del codice degli contratti volti ad introdurre concrete forme di digitalizzazione e tracciabilità delle procedure
  • Approvazione di due emendamenti alla Legge di Bilancio per il 2018 che introducono la banca dati dell’abusivismo edilizio (con sanzioni per i funzionari comunali che omettono i loro doveri) ed un fondo di rotazione per supportare i comuni nell’eseguire le demolizioni degli immobili abusivi.
  • e le proposte di legge di:
    • modifica al DPR 380/2001, per maggiorare il contributo per il rilascio del permesso di costruire per gli interventi di trasformazione del territorio eseguiti su aree agricole ovvero libere e non urbanizzate
    • Disciplina della funzione sociale della proprietà, in attuazione dell’articolo 42 della Costituzione
    • Divieto dell’uso di imballaggi primari e secondari, stoviglie e cannucce non riutilizzabili per la somministrazione di alimenti e bevande, realizzati con materiali non compostabili e non biodegradabili, presso le amministrazioni e gli enti pubblici e le istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione
    • Modifiche alla L. 394/91 in materia di nomina dei presidenti e dei direttori degli enti parco, nonché́ di cause di incompatibilità̀ e decadenza relative a tali cariche
    • Modifica art. 1 della L. 1261/65 in materia di erogazione dell’indennità̀ parlamentare in caso di sottoposizione di un membro del Parlamento a custodia cautelare o arresti domiciliari.
    • Modifiche al codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, in materia di criteri di individuazione delle offerte anormalmente basse

Come attività extra parlamentare è promotrice di diverse attività giudiziarie e di verifica contabile quali:

  • esposto alla Corte dei Conti ed alla procura del Lazio riguardanti sanzioni imposte all’Italia dalla CGUE sulle procedure di infrazione e le multe Ue relative alle discariche abusive e alla gestione dei rifiuti in Campania (complessivi 330 mln ed aumentano ogni 6 mesi)
  • un esposto alla Corte dei Conti di Palermo riguardante il danno erariale conseguente ai maggiori costi sostenuti per il conferimento in discarica di materiale che avrebbero dovuto essere oggetto di raccolta differenziata contro il comune di Palermo e 12 comuni della provincia (Palermo ATO1)
  • monitoraggio e partecipazione a diversi procedimenti autorizzativi o di rinnovi di impianti di gestione rifiuti del territorio siciliano (italcementi, Bellolampo, Scicli, Gela, Augusta, ecc)
  • monitoraggio degli incendi (spesso dolosi) agli impianti di gestione dei rifiuti. Con una rubrica su Facebook, il monitoraggio costante del fenomeno in una mappa Google
  • sollecito alle procure siciliane affinchè si verifichi correttamente la normativa sul contrasto e controllo dell’abusivismo edilizio
  • puntuale difesa dei principi della Carta Costituzionale in particolare: contro il libero commercio delle opere d’arte (a seguito dell’approvazione del DL Concorrenza); prima firmataria di un ricorso per conflitto di Attribuzione contro l’Italicum (essendo stato approvato con l’imposizione del voto di fiducia); sostegno alla battaglia per l’abolizione dell’Autodichia.

Join the discussion Un commento

Lascia un commento