Elisa Vittoria Greco

By 28 febbraio 2018Candidati
lista insieme

Elisa Vittoria Greco
Candidata Camera dei Deputati
Elezioni Politiche – 4 marzo 2018
Collegio Plurinominale Calabria 02

SEGRETERIA
Via Popilia, 51
89900 Vibo Valentia
0963.1936139
Cell 392 2209077

Sono Elisa Greco, classe 1991, ed ho deciso di metterci la faccia, perché credo ancora
nella buona politica e nei tanti giovani che come me hanno voglia di contribuire al bene
del proprio territorio e del proprio Paese.
Credo alla politica fatta all’interno dei partiti e nel solco delle tradizioni e dei valori, che
possono essere sempre adattati alla modernità ed al progresso in atto.
Mi sono cresciuta in una famiglia di cultura e tradizione socialista, in un piccolo comune,
Maierato. Sono iscritta alla facoltà di Giurisprudenza di Catanzaro e mi accingo ad
entrare nel mondo del lavoro, collaborando nello studio e nelle società di famiglia.
Mi sono sempre battuta per gli ideali riformisti, per una sinistra moderna, che guarda al
futuro dell’Europa, dei giovani e di chi “è rimasto indietro” (Il socialismo è portare avanti
tutti quelli che sono nati indietro. – P. Nenni).

Credo fortemente nei valori del socialismo liberale e nella nuova identità che la sinistra
europea si dovrà dare per soddisfare i nuovi bisogni europei.

Le elezioni politiche si svolgono in un clima particolare per via dei devastanti messaggi
lanciati da una destra estremista che alimenta pericolose forme di un razzismo senza
freni e da un populismo che si nutre di rancore e di fac news.

Credo sia importante invece ritrovarsi nei processi di formazione sociale ed economica in
un momento in cui forze e potentati reazionari tentano di costruire un sistema che
favorisce la prepotenza del più forte contro i principi e la pratica del pluralismo e della
solidarietà.

I più giovani siamo i più interessati a questi processi che presuppongono uguali punti di
partenza e di garanzia che garantiscano il merito senza penalizzare i soggetti e le parti
che hanno e svantaggi.

Vi è indubbiamente una difficoltà delle nostre strutture istituzionali a farsi carico delle
problematiche che investono la società.
Questa consapevolezza deve aiutarci però a superare i rischi di frantumazione e di
allentamento dei vincoli di solidarietà determinate da spinte corporative e polemiche che
non ricercano il confronto ma si basano sulla demonizzazione e l’insulto.
La lista “Insieme” alla quale mi onoro di appartenere, offre una visione complessiva e
unitaria nell’ambito della sinistra democratica e si pone nel solco storico di valori che
rispettano ed esaltano la persona e, attraverso il lavoro e la cultura lo sviluppo della
società e il progresso dell’uomo.

Il progresso delle persone e lo sviluppo del territorio vanno recuperate con il contributo e
il sostegno di tutti per superare la separatezza tra istituzioni e società in un rapporto di
fiduciosa reciprocità, modernizzazione, alla riqualificazione urbana e territoriale, al gusto
di vivere città e paesi belli in tutte le loro articolazioni paesaggistiche, cordiali nei
rapporti interpersonali, gradevoli e pulite nei loro percorsi.

Per questo voglio mettermi in gioco. Credo valga la pena confrontarsi con i temi dello
sviluppo e non con quelli della sopravvivenza; con i problemi posti da un’armonica
convivenza tra pubblico e privato e non con quelli di emergenza e sottoccupazione che
impedisce ogni progettualità e innovazione.

La prossima classe dirigente dovrà affrontare sfide di grande rilievo. Tra i problemi da
risolvere: l’emarginazione del territorio, il disordine ambientale, il pericolo per
l’ecosistema, speculazioni che minano lo sviluppo turistico e abbassano la qualità di vita.

Join the discussion Un commento

Lascia un commento