Guglielmo Calcerano

By 9 febbraio 2018Candidati
lista insieme

 

Sono nato a Roma il 3 Febbraio 1977.

Da “lupetto” ho iniziato la mia avventura nello scautismo, nel gruppo AGESCI Roma 104, in cui poi ho prestato servizio da Capo educatore per circa dieci anni (conseguendo il brevetto internazionale WOSM). Dal 1986 sono socio del WWF. Per alcuni anni sono stato iscritto alla Federazione Italiana Tiro con l’Arco.

Ho pubblicato un libro, il giallo umoristico “Il ritorno di Quagliariello” (finalista al premio Thriller Magazine 2007), scritto a quattro mani con mio padre Luigi Calcerano. Mi piace il teatro: con diverse compagnie amatoriali ho messo in scena spettacoli come “L’importanza di chiamarsi Ernesto“, “Un marito ideale” (O.Wilde), “Tre cazune furtunate” (E.Scarpetta), “Arsenico e vecchi merletti” (J. Kesserling), “Appartamento al Plaza” e l’adattamento “Rimanga tra noi…” (Neil Simon), questi ultimi tre presso il Teatro della Forma a Centocelle.

Ho frequentato a Roma il Liceo scientifico statale “Pitagora” di via Tuscolana (quello in cui insegnò Alexander Langer dal 1975 al 1978: all’epoca si chiamava “XXIII Liceo scientifico statale”). Mi sono laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Roma “La Sapienza” nel 2003, con 107/110.

La mia tesi di laurea, in Istituzioni di Diritto Pubblico, si intitola “Gli ordinamenti sportivi nell’ordinamento generale”, relatore prof. Augusto Cerri, correlatore prof. Angelo A. Cervati (consultabile su www.tesionline.it). La tesi si è classificata tra le prime sei finaliste alla VII edizione del Premio di Laurea “Artemio Franchi” (aa.aa. 2003, 2004 e 2005), promosso dalla Lega Professionisti Serie C della Federazione Italiana Giuoco Calcio e dalla Fondazione Artemio Franchi, con la collaborazione dell’Università degli Studi di Firenze.

Divento avvocato nel 2006, dal 2017 abilitato al patrocinio dinanzi alla Cassazione e alle altre giurisdizioni superiori, avendo superato l’apposito corso ed esame finale organizzato dal Consiglio Nazionale Forense.

Sono attivo principalmente nei settori del diritto amministrativo e del diritto del lavoro. Nel mio percorso professionale mi sono occupato in particolare di pubblico impiego, procedure di finanziamento (Politica Agricola Comunitaria, Legge 488/92) ed ho assistito associazioni e comitati di cittadini nell’ambito di iniziative a tutela dell’ambiente e del diritto alla salute. Dal 2008 sono socio della Società Italiana degli Avvocati Amministrativisti.

Sono autore di note di commento, tra cui “Il secondo ‘caso Catania’: interesse pubblico al regolare svolgimento delle competizioni sportive e autonomia dell’ordinamento giuridico sportivo”, pubblicata su “Il Foro Amministrativo – TAR” (Anno III Fasc. 3, 2004) e “Il ‘lodo arbitrale’ della Camera di Conciliazione ed Arbitrato per lo Sport presso il CONI quale sostanziale provvedimento amministrativo: il Consiglio di Stato si interroga“, pubblicata su “Rassegna di diritto ed economia dello sport” (Anno I, n. 3/2006). Ho contribuito al volume “La pubblica amministrazione dopo la Riforma Madia” (Maggioli, 2017).

Ho redatto alcuni articoli in materia di sport, anche a carattere interdisciplinare, tra cui “Educazione fisica, diritto, sport” pubblicato sul periodico edito dalla Nuova Italia “Scuola e Città Online – rivista di problemi educativi e di politica scolastica” (Anno LVI, Numero 1, 2005). Ho svolto attività di docenza nell’ambito di corsi di formazione in materia di sport e diritto tra cui, nel 2005, “Creazione d’impresa nel settore dello sport – CIS”, organizzato dalla Regione Lazio in collaborazione con l’Ente di Promozione Sportiva CONI “Movimento Sport Azzurro Italia”. Sono stato componente del gruppo di ricerca e analisi giuridica nell’ambito del progetto “Palestre sicure”, approvato dalla Commissione Europea.

A partire dall’anno accademico 2011/2012 sono stato docente del “Master di II livello in diritto dell’ambiente” organizzato dall’Università di Roma “La Sapienza”, occupandomi in particolare di tutela del paesaggio e demanio marittimo. Ho svolto lezioni anche nell’ambito del “Master breve in diritto del pubblico impiego” organizzato da Altalex Formazione in Roma nel 2011.

Attività politica
Nel 2013 vengo candidato dai Verdi come capolista alle elezioni municipali nel VII Municipio, nella coalizione di Centrosinistra che sostiene la candidatura di Ignazio Marino a Sindaco di Roma Capitale (e Susi Fantino a Presidente del VII Municipio). Risulto il più votato della lista Verdi, che tuttavia, nonostante la vittoria della coalizione, non riesce ad ottenere seggi.

Dopo questa prima esperienza decido di proseguire attivamente il mio impegno politico ecologista nei Verdi, soprattutto a livello locale. Iscritto alla Federazione dei Verdi, vengo nominato componente del Giurì nazionale.

Nel 2014, insieme ad altri legali, assisto la lista Greenitalia-Verdi Europei nel ricorso dinanzi all’Ufficio elettorale centrale presso la Corte di Cassazione contro l’esclusione della detta lista dalle Elezioni europee.
L’Ufficio elettorale centrale accoglie il ricorso, ed il raggruppamento – dopo anni di assenza di una lista unica ecologista dalla consultazione elettorale europea – consegue circa l’1% dei voti.
Tale percentuale avrebbe consentito di conseguire un seggio nel Parlamento europeo se, nel 2009, la maggioranza parlamentare costituita da PdL, PD, Lega, Italia dei Valori e UDC non avesse introdotto una soglia di sbarramento del 4% nella disciplina per l’elezione dei componenti del Parlamento europeo spettanti all’Italia (L. n. 18 del 24 gennaio 1979, come modificata appunto dalla L. n. 10 del 20 febbraio 2009).

Nel 2016, su invito dell’Assemblea dei Verdi di Roma ho accettato di partecipare alle primarie della coalizione di Centrosinistra per la scelta del candidato Presidente del VII Municipio di Roma Capitale, dove vivo da sempre. All’esito delle primarie municipali mi classifico al terzo posto, alle spalle dei due candidati espressione del Partito Democratico, ottenendo peraltro un buon risultato, pari al 4% delle preferenze espresse.

Alle conseguenti elezioni amministrative sono candidato al Consiglio Municipale del VII Municipio di Roma Capitale, nella lista civica per Giachetti Sindaco #romatornaroma: anche in questo caso il risultato personale è incoraggiante, ma viene vanificato dalla sconfitta della coalizione municipale di centrosinistra.

Il 29 gennaio 2017 sono eletto co-portavoce dei Verdi di Roma, insieme a Silvana Meli.

FB Guglielmo Calcerano (profilo)

FB Guglielmo Calcerano #facciamopace

Sito web www.guglielmocalcerano.it

 

e-mail guglielmocalcerano@gmail.com

Lascia un commento